Referente

Prof. Roberto Ingravalle

Destinatari

Classi del biennio e del triennio – Genitori – Insegnanti.

MEDIAZIONE SCOLASTICA E FAMILIARE

Motivazione: il progetto di mediazione scolastica e familiare si pone come obiettivo di far conoscere un modo diverso di affrontare il conflitto, una modalità alternativa alla fuga, all’aggressione o alla resa al più forte: essa mostra ai ragazzi e agli adulti quanto sia importante imparare ad accettare l’altro, accoglierlo, ascoltarlo ed essere ascoltati. La mediazione costituisce uno strumento efficace per un’azione di prevenzione al fenomeno della violenza e dei conflitti mediante una risoluzione positiva degli stessi.

Finalità: partendo dalla comprensione critica della realtà sociale ci si pone come obiettivo quello di far riflettere ragazzi e adulti sul significato di alcuni comportamenti che si osservano a scuola, a casa e sul lavoro. Rispetto al bullismo, questa pratica mediativa diventa una strategia naturale di cambiamento di prospettiva. Ulteriore finalità è quella di implementare le capacità di gestire in modo creativo il conflitto; contribuire a sviluppare le capacità di dialogo e migliorare le competenze comunicative, soprattutto l’ascolto, e promuovere lo sviluppo di abilità empatiche.

Attività previste: Interventi nelle classi dove si rilevano situazioni di conflitto, non necessariamente legate al bullismo ma anche a dinamiche di gruppo non equilibrate.
Incontri con esperti e corsi di aggiornamento volti a sensibilizzare i partecipanti sulla possibilità di una gestione armonica del conflitto.

Usiamo i cookie per darti un’esperienza di navigazione il più soddisfacente possibile. Puoi trovare informazioni sui cookies che usiamo e come disabilitarli nelle nostre impostazioni per la privacy.
AccettaPrivacy Settings

GDPR

  • Cookie

Cookie

Questo sito usa dei cookies per migliorare la tua esperienza d’uso con la piattaforma. Per sapere come li utilizziamo, leggi la nostra politica per la privacy. Qui puoi abilitare o disabilitare i cookies.